L’almanacco del Cilento – Mercoledì 5 maggio 2021

I SANTI DEL GIORNO
Sant’Angelo da Gerusalemme, martire, carmelitano
Sant’Ilario di Arles, vescovo
Sant’Irene da Lecce, vergine e martire
San Massimo di Gerusalemme, Vescovo

I FATTI ACCADUTI IN QUESTA DATA IN PROVINCIA DI SALERNO
1998 – il 5 maggio del 1998, l’alluvione di Sarno, Siano, Quindici e Bracigliano, che provocò la morte di 160 persone, 137 nella sola città di Sarno. Ci fu una frazione, Episcopio, completamente distrutta, tanto che fu soprannominata la Pompei del 2000. Centinaia le case distrutte compreso l’ospedale Villa Malta di Sarno, da un fiume di fango sceso dal monte Saro: ci furono sei morti, medici che non si allontanarono dal loro posto di lavoro neanche quando capirono a cosa stavano andando incontro. Oggi l’ospedale sorge in un’altra zona, e si chiama Martiri di Villa Malta, proprio in onore delle vittime dell’alluvione. tutti ricorderanno la storia di Roberto Robustelli, inghiottito, proprio a Sarno, da una lava di fango e rimasto sepolto vivo per tre giorni tra le macerie, prima di essere portato in salvo dalla Protezione Civile.
Ogni anno ricordiamo l’accaduto, e lo facciamo con chi ha vissuto quella situazione.

2008 – Si chiamavano Jonny, Kim e Diana, i tre cani poliziotto voluti dal comune di Cava dei Tirreni, per affiancare la polizia municipale. Ci fu la presentazione ufficiale davanti alla scuola elementare Mazzini. I tre cani divennero delle vere e proprio star avendo avuto ribalta sulla cronaca nazionale in quanto l’iniziativa è la prima del genere in Italia.

2010 – Al via all’ingresso dell’Ospedale Umberto I di Nocera Inferiore lavori pubblici per un importo di mezzo milione di euro.

AFORISMA DEL GIORNO

Pensiamo troppo e sentiamo troppo poco. Più che di macchine abbiamo bisogno di umanità. Più che di intelligenza abbiamo bisogno di dolcezza e bontà.
Charles Chaplin

Commenti

commenti