Monte San Giacomo, covid, ritardi e disagi, sindaco scrive a Regione e Asl

Il Sindaco di Monte San Giacomo Angela D’Alto ha inviato una lettera al Presidente della Regione e all’Asl di Salerno chiedendo di adoperarsi per consentire alle Farmacie abilitate, ai laboratori privati e ai medici di base disponibili, la possibilità di effettuare la verifica attraverso tampone antigenico, in modo da liberare i pazienti interessati nei tempi previsti dalla normativa vigente. Vista la situazione epidemiologica presente nel territorio così come in tutto il territorio nazionale, con la crescita esponenziale di casi di positività al  Covid 19, il sindaco evidenzia che a seguito dei giorni di quarantena previsti dalla legge, per i positivi, vi è l’oggettiva impossibilità, da parte delle strutture competenti, vista la mole di lavoro cui sono sottoposte, di provvedere in tempi ragionevoli all’effettuazione del secondo tampone di verifica.

Questa situazione sta determinando un grave disagio giacché, decorsi i termini previsti, la maggior parte dei soggetti positivi non è nelle condizioni di sottoporsi a tampone che ne certifichi l’avvenuta negativizzazione.

Si tratta, peraltro, nella stragrande maggioranza dei casi, di soggetti asintomatici da sempre o da almeno 10 giorni, Da qui la richiesta di permettere a farmacie e laboratori privati di effettuare i tamponi, insieme alle strutture preposte. 

Commenti

commenti