Cava de’ Tirreni, una ventina di verbali di contestazione con relativa salata sanzione sono stati elevati ad altrettanti Tir

Oltre una ventina di verbali di contestazione con relativa salata sanzione sono stati elevati dalla Polizia Municipale ad altrettanti Tir che, negli ultimi giorni, non hanno rispettato le norme che vietano ai mezzi pesanti di attraversare il tratto della nazionale della località di San Giuseppe al Pozzo e di utilizzare la viabilità della zona industriale di via Arti e Mestieri per poi proseguire su via Randino. Su specifica direttiva dell’Assessore alla Polizia locale, Germano Baldi, infatti, è stato intensificato il controllo dei Tir, in maniera particolare su quelli che, per recarsi nell’agro  o nella valle dell’Irno, invece di uscire ad Angri, come prevede il regolamento, preferiscono lasciare l’autostrada al casello di Cava de’ Tirreni. Sotto stretta sorveglianza anche il transito degli autoarticolati che non utilizzano l’autostrada e percorrono le strade urbane della vallata in direzione Salerno, non rispettando il divieto in vigore. Oltre 200, infatti, sono stati i verbali di contestazione elevati negli ultimi mesi. Dopo l’introduzione della pesatura elettronica dei veicoli fino a 40 tonnellate in transito sull’autostrada si sono avuti notevoli miglioramenti, resta in piedi solo il tema dei Tir che provengono da Salerno o da Vietri in direzione nord per i quali è necessario un accordo intercomunale per vietarne il transito sulla viabilità urbana.

Commenti

commenti