Trentinara- Bracconiere sorpreso a cacciare in area protetta

FORESTALEContinua l’attività svolta dagli uomini della Stazione Forestale di Capaccio-Roccadaspide, coordinati dal Vice Questore Dr. Marcello Russo, sia nel contrasto della caccia illegale che nel taglio furtivo di piante all’interno del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Nell’ambito di un servizio antibracconaggio, gli agenti forestali della stazione di Capaccio-Roccadaspide hanno sorpreso un bracconiere in località “Propicciano” di Trentinara, area ricadente nel Parco Nazionale. I forestali, appostati in un luogo nascosto, hanno sorpreso il bracconiere proprio nel momento in cui era arrivato sul posto, aveva estratto dall’automobile il suo fucile, e si apprestava ad esercitare attività venatoria all’interno dell’area protetta. Gli agenti hanno prontamente bloccato ed identificato l’uomo, il quale, tuttavia, ha tentato inutilmente di nascondere l’arma. Gli agenti hanno sequestrato il fucile e le relative munizioni per la caccia al cinghiale, mentre l’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria. Per lui l’accusa di aver introdotto armi nell’area protetta.

Commenti

commenti