Natale senza botti a Roccadaspide. L’ordinanza sindacale

Vietato accendere fuochi d’artificio, petardi o mortaretti a Roccadaspide. Lo stabilisce un’ordinanza del sindaco, Gabriele Iuliano, valida fino al 7 gennaio. I trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa da 25 a 500 euro, ma potranno rischiare anche una denuncia all’Autorità Giudiziaria, qualora il fatto accertato assuma rilievo di illecito penale. Il provvedimento è stato adottato in considerazione della diffusa consuetudine di accendere fuochi pirotecnici o botti in occasione delle festività natalizie, che, tuttavia, rappresentano un potenziale pericolo, “anche per gli artifici dei quali è ammessa la libera vendita al pubblico, essendo questi pur sempre in grado di provocare danni fisici, anche di rilevante entità, sia a chi li maneggia sia a chi venisse fortuitamente colpito”. L’ordinanza vuole prevenire problemi di questo tipo, garantendo la tranquillità delle persone, ma anche tutelando gli animali, che sono notoriamente terrorizzati dai forti rumori.

Commenti

commenti